Green pass : le FAQ del Governo


Il Governo ha aggionato le faq riguardanti le recenti novità sul green pass e il relativo utilizzo


 


Il Governo, a seguito delle ultime modifiche legislative inerenti l’utilizzo del green pass, ha risposto ad alcune domande sull’argomento.
In tal senso, lo stesso chiarisce che, per recarsi al lavoro non servirà un green pass rafforzato ma sarà valido qualsiasi green pass compreso, quello da test antigenico rapido o molecolare.
Inoltre, si chiarisce che il dipendente che non è in possesso della Certificazione verde COVID-19 al momento dell’accesso al luogo di lavoro e ne entra in possesso successivamente, deve essere considerato assente ingiustificato fino alla presentazione della predetta certificazione, che ne abilita quindi il rientro in servizio.
Ancore, il lavoratore che effettua la prestazione in lavoro agile non deve essere in possesso della Certificazione verde COVID-19, in quanto il possesso dello stesso  è previsto per accedere ai luoghi di lavoro. In ogni caso, nella pubblica amministrazione, il lavoratore che non possiede il green pass o non è in grado di esibirlo non può essere adibito per tale motivo a modalità di lavoro agile e risulta assente ingiustificato
Nel caso in cui non è arrivata la notifica per  ricevere il codice per scaricare la Certificazione verde, i lavoratori possono comunque avvalersi dei documenti rilasciati, in formato cartaceo o digitale, dalle strutture sanitarie pubbliche e private, dalle farmacie, dai laboratori di analisi, dai medici di medicina generale e dai pediatri di libera scelta che attestano o refertano una delle seguenti condizioni:
– aver effettuato la prima dose da 15 giorni (documento valido fino alla data prevista per la dose successiva);
– aver effettuato una dose di vaccino dopo una precedente infezione da COVID-19;
– aver effettuato le dosi di vaccino successive alla prima. Ad ogni dose si riceve una nuova certificazione verde COVID-19;
– essere risultati negativi a un tampone molecolare nelle ultime 72 ore o antigenico rapido nelle ultime 48 ore;
– essere guariti da COVID-19 nei sei mesi precedenti.